Cari Vecchi Lupi e Coccinelle Anziane, 

 

ecco a voi il video "Piccole Tracce: il lancio"  realizzato dalla Pattuglia Regionale L/C. 

 

Il video risponde alle domande: 

  • Cosa sono le Piccole Tracce;
  • A chi sono rivolte; 
  • Come si partecipa.

Per informazioni specifiche, necessarie ai fini dell'iscrizione, vi invitiamo a prendere visione del Vademecum delle Piccole Tracce.

 

Buona Caccia e Buon Volo,

Paola D'Onofrio e Mattia Modesti

Incaricati Regionali alla Branca L/C

Carissimi,

in allegato la Convocazione dell'Assemblea del 7 aprile 2019 ed i documenti preparatori.

 

Carissimi Vecchi Lupi e Coccinelle Anziane, 

 

le Piccole Tracce sono un evento pensato per i bambini/e che vivono il momento della competenza durante la loro Pista/Sentiero. 

Prima di pensare all'evento, la Pattuglia regionale L/C ha vissuto un anno di rilfessione guidata da una domanda: "Ma cosa intendiamo per competenza in branca L/C?"

Nell'allegato troverete il racconto di questa riflessione pedagogica.

 

Buona Caccia e Buon Volo,

Paola D’Onofrio, Mattia Modesti e la Pattuglia Regionale

eurojam 800x480.jpg

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per partecipare all’European Jamboree 2020.

L’evento si terrà sull’Isola di Sobieszewo a Danzica, sulla costa del Mar Baltico nel nord della Polonia, dal 27 luglio 2020 al 6 agosto 2020.

Gli E/G, gli R/S e i capi che vogliono partecipare possono visitare il sito https://www.eurojam.it/ (sezione AGESCI) per trovare tutte le informazioni necessarie e le modalità di iscrizione.

Le iscrizioni saranno aperte fino a metà marzo 2019.

Nei mesi a seguire verranno costruiti i Reparti e il Clan, che partiranno nel luglio del 2020.

In allegato vademecum ed eruojam in pillole.

Carissime Coccinelle Anziane e Vecchi Lupi,

“Il lupetto e la coccinella si aprono (nel momento ella competenza) agli altri, iniziano a comprenderli e vengono coinvolti consapevolmente nella vita del branco e del cerchio. Intuiscono di avere potenzialità da alimentare attraverso il proprio impegno personale, sentendosi parte integrante della comunità. Con la loro attività contribuiscono personalmente e con gioia alla vita di branco e di cerchio coltivando i propri talenti.” (Art. 35 R.M.)

L’esperienza delle Piccole Tracce non è né una specialità né una preda/impegno da conseguire.

Si tratta di un evento specifico dedicato alla competenza: una competenza profonda che passa dal saper fare al saper essere e che si accresce come competenza emotiva.
È un evento a partecipazione individuale che rappresenta un’importante opportunità per il bambino che vi partecipa e che deve essere ben pensato dai VV.LL/CC.AA.
Tutte le Piccole Tracce si terranno nella stessa data e nello stesso luogo. Ogni evento avrà un particolare Tema che caratterizzerà l’esperienza e la partecipazione dei bambini.

Per capire meglio gli obiettivi, la partecipazione e i temi delle Piccole Tracce vi invitiamo a leggere il Vademecum.

Buona Caccia e Buon Volo!

Carissime Coccinelle Anziane e Vecchi Lupi,


l’esperienza delle Piccole Tracce è dedicata ai Lupetti e alla Coccinelle che stanno vivendo il momento della competenza.
Questa occasione di crescita ha tra gli obiettivi quello di vivere il saper fare, conoscendo e apprezzando i propri talenti e scoprendone di nuovi.

A tal proposito in allegato troverete la scheda che deve essere compilata dalle Sorelline e Fratellini che permetterà loro di raccontare chi sono, qual è la loro specialità e cosa sanno fare.

È molto importante è che i Lupetti e le Coccinelle abbiamo una copia stampata della scheda: dovranno portarla con loro il giorno dell'evento!

 

Buona Caccia e Buon Volo!

Cari Vecchi Lupi e Coccinelle Anziane, 

 

Siamo felici di mostrarvi il nuovo logo delle Piccole Orme, realizzato grazie ai disegni dei bambini che hanno partecipato al concroso "Disegna le Piccole Orme". 

Le vincitrici del concorso sono: Arianna, sorellina del Montecelio 1 e Beatrice, guida del Roma 20, alle quali va tutto il nostro ringraziamento.

 

Presto nuove info per le vincitrici del concorso! 

 

Buona Caccia e Buon Volo

Paola D'Onofrio e Mattia Modesti

Alessia Ribolletti e Emanuele Fortunati, 

Incaricati Regionali e Referenti Piccole Orme del Lazio

Cari Vecchi Lupi e Coccinelle Anziane, 

 

Lunedì 18 Febbraio 2019, alle ore 9.00, si apriranno su Buona Caccia le iscrizioni per le Piccole Orme di Aprile

7 campi proposti si svolgeranno dal 25 al 28 Aprile 2019 sparsi nella Regione, dei quali però:

un campo sarà destinato per bambini/e del terzo anno di unità triennali;un campo per bambini/e del quarto anno di unità quadriennali.

 

Per ogni campo sono previsti 30 posti più 10 in lista d'attesa; nel totale dei 7 campi sarà possibile iscrivere 5 bambini ad unità.

In allegato la lettera di lancio con il lavoro svolto da parte dei capi della regione nelle riunioni plenarie di progettazione dei campi e tutte le infomazioni necessarie per l'iscrizione. 

 

Buona Caccia e Buon Volo, 

Paola D'Onofrio e Mattia Modesti

Alessia Ribolletti e Emanuele Fortunati, 

Incaricati Regionali e Referenti Piccole Orme del Lazio

L’AGESCI Lazio, che conta oggi più di 15000 soci, impegnata nella formazione e nell’educazione delle nuove generazioni, ha negli anni collaborato, stretto sinergie e firmato protocolli di intesa con importanti realtà del mondo del sociale impegnate sul tema dell’accoglienza e dell’integrazione. Una collaborazione che ha arricchito la nostra missione educativa e sempre volta al primario obiettivo di costruire un mondo migliore.logoagesci100

Non possiamo quindi non leggere oggi come il “decreto sicurezza” presenti dei pericolosi elementi di contrazione dei diritti, rischiando di non garantire a tutti pienamente il principio evidenziato, ma anzi creando delle potenziali situazioni di ingovernabilità dei fenomeni e dei flussi in essere. La sicurezza si costruisce quotidianamente anche con un lavoro di tipo culturale, facendo della solidarietà e dell’accoglienza gli strumenti per garantire tale diritto.

Condividiamo le parole del Cardinale Bagnasco, Presidente della Conferenza episcopale europea, il quale mette al centro la necessità che “le persone che hanno un bisogno vero, serio e onesto possano trovare un aiuto perché fuggono da situazioni disperate”, così come l’appello di Mons. Forte, Presidente della conferenza episcopale abruzzese–molisana il quale ribadisce che “c’è un primato della coscienza che esige la solidarietà verso i più deboli e se si dimentica questo, ogni barbarie diventa possibile”.

Non spetta a noi, in quanto associazione educativa, valutare la costituzionalità di una legge dello Stato, ma sentiamo necessario, alla luce anche di quanto contenuto nel nostro Patto Associativo, il bisogno di ribadire in maniera forte l’importanza di essere tutti costruttori di una società in cui la solidarietà e l’accoglienza siano centrali perché, come riportato da Mons. Zuppi Arcivescovo di Bologna, “dobbiamo sottrarci alla regola dello scontro e dell’aggressività perché l’Italia ha una grande riserva di umanità”.

Come Agesci Lazio ci sentiamo quindi impegnati affinché la parola accoglienza non sia una parola vuota, ma si concretizzi sempre di più come “la sfida più forte con cui la nostra società è chiamata a confrontarsi” per essere responsabilmente parte di una società più equa e giusta.

il Comitato Regionale Agesci Lazio

 

In allegato il verbale del'assemblea dei Capi del Lazio del 11 novembre 2018 ed alcuni documenti approvati dall'assemblea.

Pagina 5 di 12

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi l'uso.